venerdì 20 gennaio 2012

Futuro degli IAT. Il tema non riguarda solo il Veneto

E’ di ieri la notizia che la Regione Veneto potrebbe “azzerare i contributi erogati alla Province per la gestione degli Uffici turistici”. Anche se spero che la Regione faccia marcia indietro o che sia tutto un equivoco, il tema non riguarda solo il Veneto. Non possiamo nasconderci il fatto che in Italia c’è chi pensa che l’Accoglienza Istituzionale, quella che ha il compito di presentare il territorio, stimolare le visite, i soggiorni e il ritorno degli ospiti, sia oggi poco importante e comunque meno importante delle costose, e a volte francamente poco utili iniziative promozionali tradizionali. Ora se da un lato va ribadita la centralità del tema dell’accoglienza e del ruolo degli IAT nello sviluppo turistico, dall’altro lato va anche detto che oggi occorrono nuove e diverse funzioni per quanti si occupano di accoglienza istituzionale. E gli uffici informazione turistica devono essere protagonisti del turismo locale, devono svolgere compiti di marketing (mktg dell'accoglienza, mktg del Ricordo...), e avere un ruolo attivo nel mercato. Il post di ieri è stato letto da 522 visitatori e credo che diverse testate giornalistiche si stiano interessando al tema. Tocca a noi ora dimostrare che “l'accoglienza è il vero punto di forza del nostro Paese e che il ruolo degli Uffici Informazione per lo sviluppo turistico dei territori è strategico”.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog