mercoledì 27 febbraio 2013

L'accoglienza in Romagna



Ci avviciniamo all'8 marzo, il giorno dell'Accademia dell'Accoglienza che si terrà a Rimini, ed è inevitabile parlare di accoglienza in Romagna. Ecco allora una riflessione:
"Pietro Ghisleri, governatore della Romagna nella seconda metà del ‘500, scriveva al Papa descrivendo “l’amorevolezza dei romagnoli coi forestieri che però poteva mutarsi in ruvidezza e collera di fronte alla non accettazione dell’ospitalità”. A fine ‘800 Guglielmo Ferrero affermava: “il romagnolo che conosce poco nei casi ordinari della vita la gentilezza dei modi, diventa, quando ha un ospite in casa, più premuroso della buona signora: indovina al volo i desideri, gli impacci, le ritrosie dell’ospite, soddisfa quelli  e previene a queste, pensa e provvede a tutto: è così premuroso che talvolta l’ospitalità diviene un peso”.
(La cultura dell’ospitalità, a cura di Andrea Succi, Ecipar Faenza 2009)

p.s. la prossima Accademia la facciamo da voi!

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog