lunedì 15 luglio 2013

In giro per il mondo e dentro di sè


"Da ragazzo mi regalarono una maglietta con una frase scritta sopra, attribuita ad un personaggio mitico, Re Artù, e rivolta ai cavalieri della Tavola Rotonda: “Siamo stati costretti ad andare in giro per il mondo in cerca di avventure perché non eravamo più capaci di viverle nei nostri cuori”.
Fu una folgorazione.
Dunque le avventure che il mondo celebrava come eroiche non erano che una versione ridotta dell’avventura vera: quella che ognuno può compiere dentro di sé”
Massimo Gramellini, "Fai bei sogni", Longanesi 2012

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog