sabato 19 ottobre 2013

Relazioni, ospitalità, persone... Un post d'autore di Robi Veltroni


"il “modello romagnolo era fatto soprattutto di relazioni“. La Romagna trattò il turismo sociale come un segmento di grande rispetto, accettando la sfida non solo logistica ma anche culturale dell’ospitare categorie sociali che avevano particolari esigenze. Un turismo nel quale è alla base la relazione: che significa porre al centro la persona, non il viaggiatore, né tantomeno il consumatore.
E quando parliamo degli ospiti come testimonial privilegiati e credibili? Leggi, nei racconti delle scoperte di allora, che gli anziani che facevano escursioni pomeridiane nell’entroterra, erano i narratori la mattina successiva in spiaggia, così convincenti che il giorno dopo partiva un’altra comitiva alla volta dei paesini meno turistici della Romagna."
Se volete leggere il resto andate qui:

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog