martedì 12 luglio 2016

'Viagiar descànta' e altri pensieri sul viaggio


Il viaggio è fatale al pregiudizio 
Mark Twain


Da domani sarò un uomo felice
nutrirò i cavalli, andrò a far legna da ardere, viaggerò per il mondo.
Haizi

 Viagiar descànta ma se ti parti mona te torni mona.

Viaggiare apre la mente ma chi parte stupido torna stupido (proverbio veneto)

Un viaggiatore non torna mai nel luogo dal quale era partito perché nel frattempo è cambiato tutto
Han Suyin 


Adesso che il mondo l’ho visto davvero so che è fatto di tanti piccoli paesi
Cesare Pavese

Il vero viaggio in quanto introiezione di un fuori diverso dal nostro abituale, implica un cambiamento totale dell’alimentazione, un inghiottire il paese visitato (...) facendolo passare per le labbra e l’esofago. Questo è il solo modo di viaggiare che abbia un senso oggigiorno, quando tutto ciò che è visibile lo puoi vedere anche alla televisione senza muoverti dalla tua poltrona. 
Italo Calvino

Il termine "viaggio" deriva da Viaticum, via tecum, una espressione che indicava quelle provvigioni che accompagnavano e nutrivano il viaggiatore lungo la via.

Ulderico Bernardi

Viaggiare è una scuola di umiltà, fa toccare con mano i limiti della propria comprensione
Claudio Magris

Si viaggia per comunicare. Non basta vedere, sentire a fior di pelle, toccare con mano, seguire le indicazioni delle carte topografiche. Si è ancora sulla scorza dell'esperienza. E' necessario comunicare
Franco Ferrarotti

I pellegrini sono viaggiatori che sono sempre in cammino perché non sono mai arrivati

Un amico che viene da lontano: non è forse una gioia?
Confucio

I miei pesi li ho gettati e il mio cuore è in vacanza
Ming Liao Tsè


Nell'immagine Chi Yujing 

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog