lunedì 29 agosto 2016

Venezia: turisti andatevene

»

Posto una sintesi dell'articolo di Gloria Bertasi, che il Corriere del Veneto ha pubblicato il 18 agosto sui fenomeni di "antiturismo"  a Venezia.
"«Turisti andatevene, state distruggendo questo posto». Lo hanno scritto in inglese, stampato su fogli A4, e (...) hanno mostrato che per una parte dei residenti la misura è colma: impossibile convivere con il turismo di massa. Sui cestini delle immondizie c’era anche un altro manifesto: un maiale in costume che getta a terra rifiuti. Sopra la scritta «Stop» e la didascalia «I’m not welcome in Venice », a Venezia non sono benvenuto. (...) «Serve una soluzione, così non si può più vivere», si legge. 

Qualche straniero, colpito nel vivo, ha commentato: «Per noi che amiamo la città questo messaggio è un calcio in faccia, molti di noi provano a spiegare ai nostri connazionali in visita a Venezia di visitarla con rispetto e sostenibilità». (...) «La misura è colma, la quantità di turisti è eccessiva e manca qualità». Resta il problema di come intervenire. «Servono sistemi di prenotazione, terminal di gestione e smistamento dei flussi — spiega — va bene anche comunicare qualche norma di comportamento ma non è incisivo, serve un progetto complessivo ma pare che non lo si voglia fare ». 

Personalmente ritengo che l'antiturismo sia una fenomeno culturale, conosciuto da tempo, ma oggi poco studiato e storicamente sottovalutato nelle sue conseguenze. Cerco di capire il disagio evidente dei residenti, quanto alle responsabilità e a come andrebbe invece affrontato il problema segnalo quanto ho scritto qui qualche tempo fa.

Segnalo anche l'iniziativa "manifesti per istruire i turisti"


in testa: Immagine Vision, pubblicata dal Corriere del Veneto http://corrieredelveneto.corriere.it/fotogallery/2016/08/turisti_cartelli/venezia-cartelli-contro-turisti-andatevene-240807894050.shtml#1

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog