mercoledì 21 settembre 2016

Pensieri sul turismo



“Il turismo apre le porte del mondo incantato delle favole”
Edgar Morin

“La sottomissione culturale del turismo ne ha determinato anche la sua sottovalutazione economica”
Jean Didier Urbani

“Per valorizzare appieno il territorio bisogna togliere il turismo dall’area di marginalità
in cui il pensiero economico di impronta industriale lo ha confinato”
Andrea Granelli

“Solo una mentalità arcaica può far guardare al turismo con lo snobismo di chi lo considera un’attività economica minore”
Giuliano Amato e Carlo De Benedetti

“L'omologazione, il trasformare ogni angolo d'Italia in uno spicchio di periferia urbana fatto di condomini, supermercati, parcheggi, seconde case significa cancellare la ragione stessa del turismo, che è la ricerca della diversità, in natura e nelle culture”
Ulderico Bernardi

"Il problema n.1 per gli italiani è la salvezza dell'industria nazionale: il Turismo"
Jean-Paul Sartre, 1951 


“Fino agli anni ’60 il turismo era considerato dagli intellettuali una falsa esperienza di vita, precodificata e scevra di ogni creatività. Il turista abbagliato dall’immagine pubblicitaria guarda senza vedere, torna a casa senza avere imparato niente. Turista diventa l’etichetta per definire in modo derisorio un individuo soddisfatto della sua inautentica esperienza turistica.”
Sabina Colasanti

“Il clou del viaggio rimane l’euforia di sentirsi altrove”
Duccio Canestrini

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog