domenica 14 gennaio 2018

Dove vanno in vacanza gli indonesiani?





Il post che vedete di seguito è stato molto apprezzato, almeno a giudicare dalle visualizzazioni.
Aggiungo così un paio di note:
In Indonesia l’industria del turismo è in forte crescita, ed ha l’obiettivo di creare 2.300 mila posti di lavoro e di riuscire ad ospitare 15 milioni di arrivi internazionali già nel 2019.
Il turismo cinese registra circa 2 milioni di arrivi, pochi rispetto ai 9 milioni di arrivi in Thailandia, ma i ritmi di crescita a due cifre fanno ben sperare.

Ma l’industria del turismo in Indonesia riguarda anche il turismo in uscita.
La Cina è una meta importante per i turisti indonesiani. L’ultima volta che sono andato ad Hong Kong ero in un albergo praticamente tutto occupato da un’azienda indonesiana per un incentive alla forza vendita.
I millennial indonesiani, neanche dirlo, cercano autenticità. Ci sono diverse ricerche a riguardo, ma anche l'esperienza da sola può confermarlo.

Per il resto ecco il post scritto poche settimane fa.

L’Indonesia è un mercato in forte crescita anche dal punto di vista turistico. Ogni anno vengono rilasciati oltre 3 milioni di nuovi passaporti, un dato che, assieme allo sviluppo del ceto medio che caratterizza lo scenario economico indonesiano, spinge chi si occupa di turismo a guardare con interesse anche all’Indonesia.
Attualmente le mete più gettonate dai turisti indonesiani sono quelle asiatiche: Singapore, Malesia, Thailandia, Hong Kong e Cina. Tra le nuove mete si segnala il Vietnam. A quei paesi va aggiunta l’Arabia Saudita che è storicamente destinazione dei pellegrinaggi degli indonesiani musulmani. Da notare che i turisti indonesiani con maggiore disponibilità di spesa sono sempre più attratti da Giappone (dove complessivamente si registrano circa 300 mila arrivi dall'Indonesia) e Corea del Sud.
Secondo Airbnb le città estere preferite dai turisti indonesiani nel 2017 sarebbero: Tokyo, Osaka, Singapore, Kuala Lumpur, Seoul e Bangkok.
E in Europa?
Si stima che siano oltre 400 mila gli arrivi dall’Indonesia in Europa, e le previsioni sono tutte in crescita. Dico "si stima", perché le statistiche disponibili sono davvero molto contraddittorie.

Mi limito ad aggiungere che in Francia gli arrivi dall’Indonesia sarebbero stati 100mila nel 2016 e le stime per il 2017 dicono che – in Francia - dovrebbero essere arrivati 150 mila viaggiatori indonesiani.
Giancarlo Dall'Ara 
p.s. interessato ai mercati esteri? Ecco un post che fa per te

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog