domenica 22 luglio 2018

In Italia si parla italiano ma si pensa in inglese



Uno dei problemi del turismo in Italia è che si parla in italiano, ma si pensa in inglese, così le persone vengono considerate “target-group”, i borghi diventano "villages" (cioè diventano uguali a quelli che si trovano ovunque nel mondo), l'ospitalità diventa “B&B”, l’accoglienza si riduce a “standard di qualità”, la comunicazione: “advertising”...

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog