venerdì 22 dicembre 2017

L'accoglienza tra gli errori gravi di Fico



Dopo aver letto queste dichiarazioni sono finalmente riuscito ad andare a vedere FICO a Bologna.
Non ho avuto molto tempo per visitarlo come meriterebbe, ma da quello che ho visto e sperimentato, penso che gli "errori gravi" dei quali ha parlato Farinetti alla stampa, non siano affatto stati risolti. Penso che ci sia ancora molto da fare, in termini di stile e di accoglienza, soprattutto. E non mi pare sia solo questione di "cartelli".



Aggiungo che se è vera la notizia per la quale la media dei passeggeri nei bus (148 posti) per FICO è stata di appena 6 passeggeri per corsa, dal 15 novembre al 31 dicembre 2017, gli "errori gravi" sono stati parecchi.

Osservatorio FICO

Farinetti intervistato dal Corsera: a Fico errori gravi.
«Dobbiamo avere maggiore capacità di accoglienza, all’ingresso dobbiamo spiegare meglio quello che c’è dentro. Forse servirà un’audioguida. Poi le persone fanno fatica a trovare i bagni, abbiamo sbagliato la cartellonistica. Per queste cose si va fuori di testa».
Forse servirà una maggiore cultura dell'accoglienza!
articolo qui

qui la "recensione" del The Guardian
qui invece un consuntivo di tutt'altro tenore (750 mila i visitatori, e altre cifre da capogiro) pubblicato da Repubblica il 13 febbraio 2018

qui un articolo pubblicato da L'agenzia di viaggi il 30 marzo 2018: "Il Parco del Food può fare di più"  che conclude così: "Infine sul fronte dell'accoglienza, i vertici di FICO hanno confermato che l'hotel del Parco non verrà completato prima del 2020, e che per organizzare al meglio l'ospitalità dei visitatori sono già stati finalizzati, per la primavera-estate, accordi con albergatori della Riviera Romagnola"


Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog