mercoledì 5 maggio 2021

I problemi del turismo nelle mete turisticizzate

 


Venezia e i problemi del turismo nelle destinazioni turisticizzate del nostro paese.
«Si tornerà alla normalità pre-pandemia, se tutto va bene, a fine anno. Ma se vogliamo essere realisti, non prima dell'aprile '22», dice Claudio Vernier, presidente dell'Associazione Piazza San Marco, intervistato dal quotidiano La Stampa. «Ma - aggiunge - a quella "normalità" spero di non tornare mai più».
"Venezia soffoca dal turismo ma da quando il turismo è scomparso si è accorta che quel che la uccideva era anche quel che la faceva vivere. Ed è andata in crisi. «Fossimo una città normale - spiega Vernier - il calo del fatturato sarebbe stato del 50. Poiché invece siamo una monocultura turistica, è arrivato all'80 e più. La pandemia è l'occasione di ripensare il turismo: le idee ci sono, ma serve la volontà».
Purtroppo “il primo maggio si è visto che si vuole tornare semplicemente a quel che c'era prima»; ha commentato Jan Van Der Borg, che insegna Economia del Turismo a Ca' Foscari.
Ed è quello che penso anche io, anche se continuo ad essere moderatamente ottimista, perchè a differenza del passato oggi sono sempre di più gli operatori che vedono il turismo come “Claudio Vernier”.
E’ la politica che è indietro.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog